Se il cammino fosse cosparso d’ombre

DI HORION ENKY

 

Cammino sei fatto tu d’ombre tra gli spiragli di sole,
paure recondite celate nel più profondo io,
uomo che ti confondi tra i dubbi di mille domande.
Sei tu oggi chi rincorre il domani,
sommando i ricordi di ieri,
azzerando i sogni che t’avevano alimentato.
Se i passi del cammino fossero fatti d’ombre,
ti gireresti a guardare cosa ti porti come bagaglio
prima d’inciampare nella morte,
sembrandoti malevola talune volte la sorte.
Ordire trame giocando con la vita altrui,
vestendo la speranza d’ illusione,
soma trainata oltre ogni limite dall’egoistica avidità.
Pace rincorsa come gocce di pioggia che cadono qua è la
per dissetare l’aridità di un’anima ingabbiata
che non può più volare e non sa dove andare.
Fermo guardi le fioche luci, il silenzio non ha padrone,
sebbene tu lo fugga, esso torna prorompente
a ricordarti che nonostante tu ti circondi di rumori, sei niente.

Pubblicato da scrignodipandora

Osservare la realtà per raccontarla