Sola

DI GRAZIELLA DE CHIARA

Ondeggiano al vento le mie parole,
suoni silenti viaggiano accanto alle malinconie
Sono le parole ingoiate, quelle che non puoi raccontare, quelle che danzano fra il cuore e la mente a stringerti il petto a sera

La solitudine testarda, quell’eco che non vuole ragioni, quella fiaccola accesa agli occhi che sfiora le corde del dolore

Sola, sì, certe storie vanno sole e non tornano mai…

Questo baccano che sfiora le nervature a pelle
e trema al vento come foglia d’autunno;
questo vuoto che circola dentro fra l’aria e l’ossigeno a mancare al fiato

Sola, sì, ho scelto il silenzio che pende fra le labbra e gli occhi, perché solo così, solamente in questo vagare ritrovo me e le mie paure.

Sola, sì, certe storie vanno sole e non tornano mai…

#grazielladechiara#

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e attualità