Solo il tempo spiegherà quale film stiamo vivendo

di Simona Melis

Che dire di dinamiche internazionali che portano ad abbandonare interi paesi?
Che dire di un #virus che ci blocca da due anni?
Che dire, non essendo medici, di un vaccino che scegliamo di fare, oppure no, e che continua a contrapporre conoscenti, familiari e amici?
Che fare in città piene di turisti, dove l’economia si scontra con i problemi sanitari?
Cosa sappiamo realmente di temi che non abbiamo mai davvero studiato?
Paolo Crepet, noto psichiatra, all’inizio della pandemia, aveva detto che all’euforia iniziale, che faceva cantare sui balconi, sarebbe seguita una #depressione collettiva.
Quanto sarebbe utile un supporto psicologico per le persone che si muovono disorientate in un mondo che non capiscono?
Il #tempo spiegherà quale film stiamo vivendo,
ma nel frattempo:
Quanto è importante dedicarsi ad attività costruttive?
Quanto è importante rispettare la posizione altrui o parlare semplicemente di altro?
Quanto è importante ricordarsi che siamo tutti esseri imperfetti alla ricerca di un senso?
Siamo così sicuri di avere sempre ragione?
#tempo   #depressione   #virus

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e società