Sorvegli(ami)

DI ALESSANDRA BUGATTI

 

Se solo sapessi
quanto adoro
ascoltare i tuoi versi
raccolti in gocce di rugiada

Rinfrescano la pelle mia
donandole luminosità visiva,
facendomi sentire una regina
nel mio regno di natura viva.

Se non li potessi percepire
mi sentirei persa….
Pozzanghere di lacrime
allagherebbero l’anima mia
e non ci sarebbe
polvere di stelle per alleviare
le pene del silenzio

Non voglio ritrovarmi
astratta e irreale,
voglio vivere e vibrare
come corda di violino
Svegliarmi il più possibile
con il pensiero di te vicino

Sorvegli(ami)
ogni istante che puoi
O semplicemente amami
Non pretendo un contatto costante
mi bastano le parole, so farle mie,
in ogni minima sillaba

So riconoscere un rintocco
che arrivi nel profondo,
un battito d’ali vale più
di una cascata di diamanti

Foto da Pinterest

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e attualità