Speranza di sognare

DI LEONARDO ANCONA

Lei è bella nella notte
illuminata dalla luna,
mentre le onde calde
le bagnano il volto
ai piedi del mare.

E’ fuggita dalle sue mura
per le piaghe al cuore,
i suoi sogni, resi
come sbiaditi tra i ricordi
di un film in bianco e nero.

Il vento arpeggia
il canto affrancato
nel dolore assordante
della sua solitudine.

Il mondo si diverte
nel giocare d’azzardo!
Lei era… Lei non sapeva
quando sarebbe capitato
alla propria vita.

Dopo tanto, le Disfatte
insegnano a perdere
coraggiosamente,
tracciando percorsi sul viso
in rughe riconoscibili.

Urla al mare, urla al cielo
e nelle stelle cerca
la speranza,
quella speranza
di essere ascoltata
nel suo canto libero
di voler sognare ancora.

Immagine tratta da Pixabay

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e attualità