Stintino, estate 2021: numero chiuso e biglietto d’ingresso per ‘La Pelosa’

di Chiara Farigu

‘La Pelosa’, vero paradiso terrestre ubicato nel comune di Stintino (estrema punta nord occidentale della Sardegna), è pronta ad accogliere turisti e bagnanti in questa estate ormai alle porte.

E per salvaguardare sia il tratto di mare “caraibico” incastonato tra i colori e i profumi della macchia mediterranea, sia la sua spiaggia, riconosciuta universalmente come una delle più belle d’Europa, ha fissato, come lo scorso anno, alcuni provvedimenti per la gestione dell’arenile e dell’ambiente circostante.

  • Questo, nel dettaglio, quanto disposto dall’amministrazione comunale in vigore dal 1° giugno.

La sabbia bianchissima di questa incantevole oasi sarda è da tutelare. Perché a rischio sia per le continue erosioni dovute all’azione del mare e sia per il continuo calpestio dei troppi bagnanti che d’estate la prendono d’assalto. Spiaggia che anno dopo anno si sta inesorabilmente assottigliando.

Diversi, ma non sufficienti, sono stati i provvedimenti messi in atto dall’amministrazione comunale nelle passate stagioni estive.  Come la sostituzione dei classici teli da mare con stuoie di paglia o materiali simili per evitare di trattenere i preziosi granelli di sabbia e scongiurare così il depauperamento dell’arenile.

Pertanto si è provveduto a varare ulteriori misure a partire dallo scorso giugno che verranno estesi anche all’estate 2021: accessi limitati, automobili off-limits e ingressi a pagamento.

Spiaggia a numero chiuso. Non più di 1500 bagnanti, a fronte degli oltre 5000 delle stagioni precedenti. E l’ingresso sarà a pagamento, al costo di 3euro e 50, incluso l’utilizzo dei servizi igienici e delle docce.  Ingresso gratuito per i bambini sino ai 12 anni.

Vietato però chiamarlo ‘ticket’ perché il costo del biglietto servirà esclusivamente per la manutenzione dell’arenile. Ai bagnanti sarà consegnato un braccialetto biodegradabile, di colore differente ogni giorno, come segno distintivo di chi è abilitato all’accesso.

La macchina, già rodata lo scorso lo anno, è ai nastri di partenza. Può essere solo integrata e perché no, perfezionata. Anche in concomitanza con le altre restrizioni anticontagio imposte per le strutture balneari.

Basteranno queste misure a salvaguardare la preziosissima spiaggia che tutto il mondo ci invidia? Presto per dirlo. Ma il primo cittadino di Stintino e i residenti tutti se lo augurano davvero: la Pelosa e la sua spiaggia sono un bene prezioso. Unico. Da salvaguardare

Risultato immagini per la pelosa

*Immagini tratte dal web

Chiara Farigu

Pubblicato da Chiara Farigu

Insegnante in pensione, blogger per passione. Laureata in Scienze dell'Educazione, ama raccontarsi e raccontare l'attualità in tutte le sue sfaccettature. Con un occhio particolarmente attento al mondo della scuola e alle sue problematiche

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.