Vale la pena rischiare tutto?

DI FRANCO FRONZOLI

Rischio tutto ?

Si dice che nella vita bisogna rischiare , per uscire dalla
“ bulimia “ come fosse un disturbo alimentare.

Certo che bisogna rischiare per uscire dai pantani, dalle avversità, dall’immobilismo, dalla pigrizia mentale.

Ma c’è rischio e rischio: quello ponderato e quello avventato, non riflettuto.

Come dice qualcuno, ci vuole il “ rischio ragionato “ o se vogliamo “ calcolato “ .

Cosa vuol dire che se il rischio è “ ragionato “ non esiste il rischio?

Ebbene no, 0il rischio rimane sempre, quindi può andare bene oppure male.

Ma nella versione primaria, ci vuole la collaborazione di tutti ed anche tanta responsabilità.

Un esempio:

Se vogliamo riaprire tutto dobbiamo essere coerenti, intelligenti, appunto responsabili.”

Si mantengono le misure preventive che non sono un diktat, ma una difesa per scoraggiare il virus a venirci vicini.

In questo modo, lentamente ma con maggior certezza si può uscire dalla pandemia e tornare a “ vivere “ .

Come farlo?

Non certo assiepandosi in trenta mila in una piazza, bensì avendo delle prospettive univoche, solide, corroborate da una disciplina sociale.

Se lo avessimo fatto l’estate scorsa non saremmo a questo punto, magari  indosseremmo ancora la mascherina, ma  solo nei teatri, cinema, ristoranti e bar.

Evidentemente abbiamo la memoria corta, forse labile o inconsistente, a tratti offuscata. Se così non  fosse, gli stadi sarebbero pieni ed il festeggiamento di uno scudetto poteva avvenire in sicurezza.

Ma evidentemente c’è chi gioca al “ rischiatutto “ , che sarebbe più che legittimo, se a pagare fossero loro, non investendo chi segue le regole.

Invece, come vediamo, gli stupidi sono contagiosi e più sono gli stupidi più il contagio si allarga.

Stiamo vedendo che la vaccinazione frena la pandemia, ottima notizia, ma chi pensa che il virus scappi e si dissolva è un emerito imbecille.

L’arma più incisiva per il Covid è la

Responsabilità, quando inizieremo ad usarla davvero?

Pubblicato da scrignodipandora

Osservare la realtà per raccontarla