Varianti e realtà avariata

DI OTELLO AURELIO VALENTINI

 

Spesso da bambini si giocava al genio della lampada. Ci si chiedeva a turno quali dei tre desideri avremmo scelto per trasformarci la vita.
Da adulti spesso si cambia propettiva ma non sempre. A volte i tre desideri restano gli stessi.

Pensavo, sbagliando, che le agromafie che dettavano legge nell’ agro pontino fossero state ridimensionate. Non è cosi. Per chi non lo sapesse, in nome della produttività, la comunità indiana in gran parte sick che lavora i campi in quella zona, viene drogata con anfetamine o al minimo con paracetamolo per far sopportare loro i dolori al corpo dati dal lavoro durissimo nei campi protratto per 12 ore giornaliere ed oltre.

Tutti sanno.
Tutti tacciono salvo pochissimi.
Fino al momento in cui, ora, la ” variante indiana” del covid 19 minaccia la comunità italiana del luogo.

Allo schifo si aggiunge la vigliacca ipocrisia.
Quando da bambino esprimevo per gioco i tre desideri erano sempre per gli altri.
Non sono cambiato per fortuna.
1) Empatia
2) Consapevolezza
3) Giustizia
Non vorrei davvero altro. Non vorrei medicine migliori per qualunque….
” Variante Indiana”

Pubblicato da scrignodipandora

Osservare la realtà per raccontarla