Vermiglio od oltremare

DI GRAZIELLA DE CHIARA

 

“Ho conosciuto la notte” mentre il giorno buio mi scalfiva
ogni volta che percorrevo la vita lei riviveva l’attimo.
Sono divenuta ladra delle emozioni
perché i desideri erano vietati
e bisognava seguire una sola direzione.

Mi son coperta dei miei stessi abbracci,
mi son data vinta e poi ho lasciato perdere gli altri.
La notte, oh la notte, seguiva i miei passi
e rubava i miei pensieri,
vegliava sulle cose e le appuntava al cuscino.

Raccoglievo mai stanca le emozioni lasciate lì,
mentre la notte rimaneva buia,
coloravo velocemente ciò che potevo.
Ora la notte resto volutamente sveglia,
attendo quel momento pronta a dire la mia

lei col suo cappello scuro,
ha lasciato a me gli appunti
e al cuscino solo petali di velluto

Sarà vermiglio od oltremare questo risveglio alle cose,
non lo sapremo mai.
Se questo è il giorno dopo, non rimpiango nulla di quello che è stato
forse domani sarebbe più facile dirsi addio
oggi, si oggi lasciami a sognare.

Dipingo orizzonti nelle notti tormentate e li fisso nei giorni bui.

#grazielladechiara#

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e società