La sete di spiritualità

DI AGOSTINO DEGAS

È la nostra sete di spiritualità,
unità a curiosità e senso di meraviglia
a farci sentire una infinitesima
parte del Tutto,
di un minuscolo filo d’erba
come di un immenso oceano
o dell’Universo senza fine.
Riescono a farci sentirci frammento e intero,
polvere cosmica,
contrasto ed opposto
alla perenne ricerca di armonia,
facendoci esprimere Spiritualità e Amore,
compassione e gentilezza,
facendoci affrontare la vita senza paura,
in armonia con tutto ciò che ci circonda,
consapevoli di essere umili frammenti di divinità.
Ci insegnano ad ascoltare
la spiritualità di un bosco,
del mare o del cielo infinito.
Riescono a renderci distaccati
da tutto ciò che è superfluo,
a farci sentire tempio, chiesa
o umile altare di pietra,
a rifuggire l’ombra ed essere attratti dalla Luce,
ad amare il Silenzio creativo,
a superare la paura della metamorfosi,
ad amare la luce, l’essenza e l’Armonia.
A sentire ed ascoltare il respiro dell’Anima.

 

 

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e società