Pandemia, ne usciremo, se lo vogliamo

DI AGOSTINO DEGAS

Ne usciremo, certo che ne usciremo,
perché i nostri cuori non hanno mai smesso
di vedere la luce in fondo al buio.

Ne usciremo con più diffidenza verso le altre persone,
ma anche con più voglia di stare insieme agli altri.

Con più voglia di ascoltare
e meno voglia di parlare,
perché è solo ascoltando
che impariamo cose nuove dagli altri.

Quando usciremo saremo tutti diversi,
chi peggiore e chi migliore.
Perché una pandemia non cambia le persone
ma fa uscire il loro lato peggiore
ma anche quello migliore.

Avremo un mondo con più persone egoiste,
ma anche con più persone generose,
empatiche, compassionevoli.
Starà a noi scegliere chi frequentare
per migliorare il nostro mondo personale.

Abbiamo imparato che la fragilità e la paura
non sempre sono negative,
perché la fragilità tira fuori la nostra forza
e la paura ci fa essere più prudenti
ma anche più coraggiosi.

Abbiamo imparato che la nostra salute può dipendere
dal comportamento delle altre persone,
perché siamo legati gli uni agli altri da fili invisibili.

È per questo che quando abbiamo cura di noi stessi,
abbiamo cura anche degli altri.
Perche siamo tutti “altri”
Sarà veramente così ? Lo spero…

Ma oggi, in un questo bel giorno di primavera,
ancora protetto dalla mia casa,
mi piace pensare che tutto ciò sia possibile
e che noi e il mondo
possiamo diventare migliori.
Se lo vogliamo.

Immagine tratta dal web

 

scrignodipandora
Latest posts by scrignodipandora (see all)

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di informazione