Respirare la libertà

DI SILVANA PINTO

Indipendentemente me…
Sono la persona più indipendente e libera che io conosca…
Odio la convivenza, in qualsiasi forma sia…
Non amo che mi si stia con il fiato sul collo, che sia un amica/o, un fidanzato o un familiare..

Non tollero le smancerie, mi urtano i nervi, ne’ tantomeno chi vuole ostinatamente prendersi cura di me… non sono più una bambina, né una donna fragile come un tempo.

Le ferite me le lecco da sola, non mi piace essere compatita.
Non voglio metter su famiglia, non cerco matrimonio, ho già dato, e va bene così …

Odio le catene, i vincoli.
Ma so voler bene, e chi stimo me lo porto sempre nel cuore, senza effetti speciali.
Forse direte che sono finta, che sono dura, sul dura magari non vi sbagliate, ma più passa il tempo e più la mia corazza diventa impenetrabile.

Questa sono io, maledettamente indipendente, coriacea, ferrea, su molti punti irremovibile.

Sono semplicemente indipendente, adesso che ho capito quanta vita ho perso a dipendere sempre da qualcuno, respiro a pieni polmoni la mia libertà e guai a chi prova a mettermi una mano sulla bocca…

Immagine tratta dal web

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e attualità