Antropologicamente distanti

DI RICCARDO ANCILLOTTI

 

Ricordo mio nonno Attilio, che aveva fatto la prima guerra mondiale e ne era uscito vivo per caso. Ricordo che però lui affrontava la vita per quella che era!
La povertà era solo materiale, ma la sua ironia per la vita di tutti i giorni era una ricchezza, che oggi noi nemmeno ci sogniamo.

E’ incredibile, quanto un po’ di benessere (spesso surrogato!) sia capace di impedirci di arricchire il nostro bagaglio quotidiano di “vita”.
Usciamo di casa e mentre buttiamo il chewing gum dal finestrino dell’auto, ci lamentiamo perché alle nove del mattino, non sono ancora passati a prendere i rifiuti. Poi parcheggiamo nello spazio dei diversamente abili, imprecando perché non si trova un parcheggio a pagarlo oro.

Abbiamo fretta. Se qualcuno rallenta ad un incrocio, partono salve do clacson. Abbiamo fretta. Le giovani madri, spesso, accompagnano i loro piccoli a scuola con il Suv, e intasano il traffico, quasi fosse una manifestazione sindacale nell’ora di punta.
Con tutto il tempo che abbiamo davanti, stiamo a lamentarci del fatto che ieri andava meglio e che domani sarà sicuramente peggio di oggi.

I nostri miti, non sono mai dei grandi statisti, o dei grandi pensatori, ma dei grandi coglioni, capaci di raccontarci favole alle quali vogliamo continuare a credere.
Siccome, poi, non abbiamo fatto la resistenza, conosciamo assai poco la Costituzione Repubblicana, al punto che pensiamo di averla “salvata”, votando NO al referendum costituzionale del famoso 4 dicembre 2016.
La verità è che probabilmente se ritornasse un nostro avo, non ci capirebbe perchè parliamo di ciò che non sappiamo adattando il tutto al nostro modo di vita, poi ci scandalizziamo del diverso perchè ci vorrebbe troppo tempo per capirlo!

E’ un pò come lasciare fare i calcoli al computer, dimenticandoci come si farebbero a mano!

#cultura# #storiedivita# #racconti# #blogger# #riflettendo# #ricordipresenti#

scrignodipandora
Latest posts by scrignodipandora (see all)

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e società