Chi sa di essere non ha bisogno di apparire

DI GRAZIELLA DE CHIARA

Non mi è mai piaciuto il verbo ostentare…
Non amo chi lo coniuga come più gli aggrada schiaffeggiando quel poco di semplicità/umiltà che ancora oscilla fra il dire e il fare.

Coloro che lo hanno coniugato con me sono fuggiti a gambe levate e non perché non lascio vivere, ma non baratto mai o, semplicemente, se posseggo qualcosa lo dono, ma non lo mostro per farlo vedere ad altri.

Eh, un giro di parole che vi suonerà male, ma io sono fatta così e chi crede di avermi allontanata ha sbagliato i tempi, perché il mio era già arrivato a destinazione.

Questo è un periodo di riflessione pura, un’età davvero particolare, allora dar voce alle sciocchezze, mostrare ciò che non si è realmente, ostentare per forza, pur di far vedere qualcosa, non ha senso.

Io credo di non essere nessuno, anzi credo che della vita ho ancora molto da imparare, stando sempre attenta a non cadere in quella trappola a cui spesso i social ti portano.

La mia passione è sempre stata quella della scrittura, non abbino mai le parole a foto mie, sarebbe come sminuire il pensiero o venderlo usando l’immagine.

Quel poco di niente a cui si aggrappa la mente, lasciamolo fiorire fra le parole, troppe poche volte si usano per lenire, troppo spesso per ferire.

Immagine tratta dal web

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e attualità