Il coriandolo rosso

DI ELISABETTA DE MICHELE

Stefy guardava e riguardava l’enormità di quella cosa così infinitesimale.
Possibile non averlo mai visto prima? Nella sua cameretta grigia, che altro non era se non un angusto angolo del suo piccolo appartamento grigio, misurabile in pochissimi brevi passi, e nella sua vita grigia, quel piccolo coriandolo rosso era apparso così, come dal nulla, e stava cambiando tutto, mentre il grigiore del nulla spariva.

Il rosso di cui era fatto contagiava ciò che aveva attorno, contaminandolo. Così anche il grigiore della sua mente, assuefatta all’idea di una vita vuota e triste, lasciava posto al rosso dei sentimenti del suo cuore, che la scuotevano dalla vacuità facendole sentire la pienezza della vita.

Quando il grigiore dilaga dentro, è difficile riuscire a vedere le piccole sfumature di colore che ancora in noi sopravvivono, ma ne basta una sola e può tornare l’arcobaleno.
Stefy ora sparge coriandoli colorati dietro ogni passo che muove per il mondo.