L’importanza dell’autonomia di pensiero

DI FRANCO FRONZOLI

Quanti riescono ad esprime concetti e pensieri senza attingere nella testa di altri?

Quanti sono in grado di avere autonomia di pensiero, riflessione, considerazione, senza che vi siano condizionamenti.

In quanti riescono ad uscire dal gregge ed essere autonomi, lottando per la propria libertà.

Certo ci vuole coraggio, come disse il Mahatma Gandhi, ma in tutto ci vuole coraggio, determinazione, convinzione .

Sono troppi coloro che vorrebbero il monopolio della testa altrui, condizionarla ed asservirla ai propri interessi.

I leader politici, vorrebbero asservire il cervello dei cittadini ai loro abietti scopi  alla ricerca di un voto.

È l’ ideologia che è causa di tanti mali, quella peggiore,  intendo quella che crea contrasti tra le persone, quella che tende a rompere rapporti sani, quella che vuole che la differenza del colore della pelle, etnia e religione si tramuti in odio e si manifesti in avversità.

Quelli che seguono consigli razzisti, che non conoscono la sofferenza, i misogini, quelli a cui tutto va bene fino a quando la guerra è in casa d’altri .

Quelli che hanno figli pasciuti ben vestiti, che possono permettersi una scuola, una sanità decente: sono coloro che guardano con riluttanza i bambini impolverati, affamati, malvestiti, quelli che sorridono nonostante tutto.

L’ autonomia di pensiero è una conquista importante perché chi pensa ed agisce con la propria testa, anche sbagliando, è una persona veramente libera.

#cultura# #raccontidivita# #riflettendo# #considerazioni# #liberopensiero# #blogger#

 

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e società