Lontananza

DI FRANCO FRONZOLI

Lontananza

Ti ho vista uscire dalla finestra
in una bolla di sapone

Spinta dal vento verso un
bagliore

Ora lontana e non ti vedo più
sei andata senza

salutare

La lontananza non sopisce il
mio dolore

La lontananza non acquieta
il cuore

La lontananza si dice che è
come il vento

Ma forse è come un forte
temporale

Nato dal nulla in quel cielo
terso

Ed ora piove

Ora si acquieta

Ora esce un arcobaleno
che gira intorno al mondo

al mondo intero

Aspetto una voce che mi dica
quanta è distante questa

lontananza

Mi addormento sul davanzale della
mia finestra

Aspetto un sogno che mi faccia
entrare in una bolla

di sapone

voglio anch’io

volare!