Oasi La Fiumara, per chi ama il contatto diretto con la natura

DI SIMONA MAZZEO

Se ami gli animali, la natura, il verde ed esperienze a contatto diretto con fauna e flora, allora il
luogo che sto per raccontarti fa al caso tuo.
L'Oasi la Fiumara è la mia meravigliosa scoperta in una calda ed afosa giornata di agosto, quando
alla ricerca di luoghi più freschi e che profumassero di natura e purezza, alternativi alla spiaggia ed
al mare, ho deciso di raggiungere il cuore del Cilento antico, tra Lustra e Sessa Cilento.

Il posto ha addirittura superato ogni mia aspettativa: il contesto inusuale, unico, curato con immensa
passione e amore lascia senza parole.
Dei meravigliosi girasole danno il benvenuto nell'area parcheggio ed al botteghino ti fanno intuire
subito che camminare tra centinaia di coniglietti liberi e felici sarà solo una delle tante cose
sorprendenti che ti capiterà di fare nelle ore a seguire.
La carinissima area picnic, così attrezzata come poche volte ho visto da queste parti, attira
immediatamente l'attenzione.

Immersi nel verde campeggiano dei tavoli con panchette in legno
dotati di parasole di canne. Visibili ma posizionati a distanza tale che l’eventuale fumo non possa
disturbare chi è seduto ai tavoli (nulla è lasciato al caso), sono stati realizzati dei barbecue dove è
possibile fare grigliate con amici e super picnic.

Molto ben organizzata è la zona destinata al tiro con l’arco e quella attrezzata per lo svago dei
bambini.
Ma questo è solo l’inizio. La vera avventura comincia seguendo le indicazioni che portano al Parco
Animali.
Si entra nella fitta vegetazione e tra alberi e piante tipiche degli ambienti in cui scorrono fiumi,
respirando a pieni polmoni quei profumi, si raggiunge il cuore pulsante dell’Oasi capace di far
battere il cuore a grandi e piccini.
Ad un certo punto ti verrà incontro, Luca Vaccaro, il proprietario insieme al fratello Daniele e alla
sua famiglia, dell’Oasi, che comincerà a spiegarti cosa andrai a scoprire da li a pochi metri.

Dalle sue parole traspare lo smisurato amore per la natura e gli animali che lo ha portato dapprima a
pensare e poi realizzare un progetto così bello.
In quello spazio complessivo di circa 15.000 metri quadrati, camminando immerso in una
dimensione diversa, ad un certo punto rimarrai estasiato da circa 15 mila metri quadrati di parco
faunistico con tantissime voliere che ospitano centinaia di animali, sia autoctoni che esotici, per lo
più uccelli, liberi, felici.
Non mi era mai capitato prima di ritrovarmi a camminare rischiando di inciampare in una rara
specie di coniglio che saltella allegro da una parte all’altra, quasi a volerti salutare.

Oppure di poter
ammirare così da vicino una “Gru coronata”, uccello che nella sua ampia voliera, al nostro
passaggio, ci ha omaggiato dell’apertura delle sue immense e bellissime ali e dopo essersi
avvicinata, quasi a mostrare che li la regina è lei, ha mostrato la sua bella corona bionda. Alta circa

un metro, con quelle penne di colore giallo sulla testa, si diletta durante il periodo
dell’accoppiamento in delle danze spettacolari.
All’Oasi La Fiumara cigni, cicogne, uccellini colorati (sia autoctoni che esotici), mammiferi, rettili
e altri animali di piccola media taglia, vivono in spazi ampi dove sono stati ricreati i loro ambienti
naturali con gli arbusti e le piante giuste.
Si percepisce la serenità degli abitanti di quei percorsi e può far davvero emozionare girare lo
sguardo e ritrovarsi occhi negli occhi con un daino che ti osserva da dietro un albero mentre il suo
cucciolo è poco distante.

L’Oasi La Fiumara è una riserva felice che regala felicità al visitatore facendogli vivere una
experience che avrà voglia di ripetere ancora.

Da www.simonamazzeo.it

#cultura# #viaggi# #viaggiare# #l’italiainvaligia# #mete# #itinerari#

 

 

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e società