Ora anche i pesci soffrono il mal di mare

DI MARCO ZUANETTI

Ora Anche i Pesci Soffrono il Mal di Mare.

L’assurdo urla nell’intimo della coscienza, e nessuno lo grida dai tetti. Dalla furia di un liberismo insensato non ci libereremo tanto facilmente.

È palese che, se si è distratti da una marea di combinazioni barocche, non ci si accorge di quello che succede veramente, e, le nostre opinioni avranno la consistenza della inutilità.

Saremo quindi gli appartenenti ad un’opinione pubblica inutile ed incosciente, se continueremo a dar retta a tutto ciò che vien detto e mostrato con perversa abilità, ormai da tutti.

Poiché (essi) continueranno a convincerci riguardo a chi siamo e come la dobbiamo pensare, per rimanere al nostro posto senza dar fastidio.

Si leggono così degli assunti che si spacciano come approfondimenti del conosciuto …

Ma ad osservar bene, paiono come dei gruppi di preghiera riunitisi nei templi dell’ipocrisia ..

Paiono intenti nella recita d’un dogmatico e contraddittorio rosario di cui non si conosce né l’inizio né la fine, ma solo il suo manifestarsi.

Destarsi all’atroce, percepire l’illusione lancinante di cui gli esseri sono preda, è privilegio della coscienza.

Assistiamo allora a quella volubilità delle cose, degli Esseri Umani, sorpresi di essere giunti alla esistenza, impazienti di sfoggiare il loro stupore nelle metafore della luce/tenebre.

E. Così tutto si gonfia e si dilata per acquisire l’abitudine all’insolito.

E. Così tutto converge verso Noi, perché tutto è parte di Noi.

E. Chi genera in Noi questo spazio che trema sotto urlanti equatori?

Quale è l’origine del nostro male ?

L’appiattimento del valore sul fatto, della norma sulla normalità, del diritto sulla forza.

La linea di cedimento è la nostra coscienza.

Dal Cuore Al Muro ? Dalla Rivoluzione Gentile al Muro ?

Immagine tratta dal web

#cultura#storie#riflessione#liberopensiero#scrivere#pensierocrotico#

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e società