Ostuni, la magia della città bianca

DI FEDELE BOFFOLI

Descrivere la magia di Ostuni, ( Brindisi), città bianca, non è cosa difficile, calata tra gli ulivi dell’arcaica Puglia e vestita di bianco calce…

La città pugliese di Ostuni sorge nella Murgia meridionale,  al confine con il Salento: viene chiamata la “città bianca”, perché il suo antico centro storico,  è stato completamente dipinto di calce, caratteristica  questa che ancora oggi è rimasta inalterata e possiamo ritrovare visitando la città.

È particolarissimo il suo  centro storico, che offre ai turisti importanti chiese e sontuosi palazzi da visitare lasciandosi trasportare dalla magia che si respira in questo luogo.

Il mare è meravigliosamente limpido e cristallino,  ed è annoverato tra i più belli e puliti della nostra Penisola.

L’abitudine di imbiancare di bianco  gli edifici e le mura della città, risale all’epoca medievale e dipende, oltre che da una certa facilità nel reperire la calce, anche dalla necessità di rendere le stradine e le piccole case di Ostuni più luminose. Un’altra spiegazione risale al Seicento, quando, l’imbiancatura a calce, divenne un efficace modo per debellare la diffusione e il rapido contagio della peste, nella città.

Ostuni è una delle tante città del nostro paese che merita di essere visitata, lascerà sicuramente nei turisti dei ricordi che gli apparterranno per sempre

#fotografia#scattifotografici#ioamolafotografia#viaggiare#conoscere#puglia#

 

 

 

©® Foto di Fedele Boffoli

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e società