Quei troppi sogni rubati

DI FRANCO FRONZOLI

 

Quanti sogni mi sono stati rubati cestinati, bruciati, annientati, cancellati.

Tanti, troppi

Forse tutti.

Sognavo una Italia pulita, dignitosa, orgogliosa, colta, unita, responsabile.

Invece mi sono ritrovato un’ Italia sporca, indecorosa, modesta, incolta, disunita, irresponsabile.

Sogni bruciati durante la mia crescere, nel mio vivere quotidiano.

Credevo nella famiglia ma l’ho vista : disintegrata nella verità sbugiardata, nella Sanità, demolita nella bellezza, offesa , imbrattata nella cultura, relegata in periferia, nell’onestà fucilata nella competenza, eliminata.

Quanti sogni sottratti ad un popolo che viveva di sogni, alla povera gente, alle donne ed ai bambini.

Sogni di scuole efficienti e resistenti, affossate da crolli, da fragilità .

La Sanità  che era all’avanguardia massacrata da tagli e risorse, da uomini inclini al privato.

Sognavo un mare pulito, trasparente e invece no, è  stato massacrato
da sostanze nocive, finoa diventare quasi plastificato .

Troppi sogni

svaniti.

Veramente troppi, ma è anche troppa la volontà di tenerli vivi e vederli realizzati.

Immagine tratta dal web

Pubblicato da scrignodipandora

Osservare la realtà per raccontarla