Riflessioni alla luna

DI GRAZIELLA DE CHIARA

 

La luna è ormai un sogno smarrito sul cuscino, una lotta appesa al cielo e un mondo che si frantuma dietro nuvole a scomparsa.
Quanti pensieri cadono con la luna!
La notte ci osserva dal suo balcone, oscurato dalle grinfie umane e sorride, si sorride, dietro quella lanterna tonda che fatica a illuminare le menti…
Eh le menti…che se non le coltivi sono solo qualcosa di inesistente…messe nella testa a marcire, a ragionare in senso univoco e mai convergente.
Cosa ci ha insegnato questa vita?
Il nulla potrei affermare…
Quando ci si abbandona ad essa in tutte le sue richieste, siamo esseri che non hanno forma…siamo nomi senza nomi…e la nostra libertà svanisce nel senso di quello stesso abbandono.
Questa luna messa lì come fosse luce a darci indicazioni o come madre al cielo immenso, avrebbe forse pure lei da ridire a ciò che il mondo sta vivendo.
Eppure tace…osserva…scruta…ma chissà ci invita a ragionare sui perché…quando ci si ferma a riflettere, quando i pensieri traballano o quando impegnano la mente a pensare in modo convergente.
Nessuno è ricco solo col suo operato, nessuno è mai arrivato ad essa, alla luna, senza che qualcun altro abbia fatto si che avvenisse questo viaggio…eppure ancora si ragiona in senso univoco con convinzione;
eppure ognuno pensa a portare l’acqua al proprio mulino in modo da farla mancare ad altri.
Eh si sono strane queste mie riflessioni, forse non arrivano o forse sono per me univoche ma la necessità di condividerle appartiene a modo suo al pensiero convergente che manca sempre più e fa male…fa male al vivere…

#grazielladechiarariflessioniallaluna# # cultura# #riflessioni# #scrivendo# #racconti# #scrittori# #raccontidivita#

Immagine tratta dal web

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e società