Amletico dubbio

DI HORION ENKY

 

Sicuramente per molte e molte volte
diverrò prigioniero dei dubbi,
raccoglierò tutti i pensieri
come fa il vento con le foglie,
accatastandoli in un angolo della vita.
Scavando tra i ricordi,
passerò al setaccio i giorni del passato,
cercando logiche lasciatemi dal tempo.
Ribaltando la clessidra alla fine della sabbia,
conterò le ore impresse dalle rughe sulla pelle
e disseppellirò attimi
dove credevo d’essermi realizzato,
volontà acquisite con l’esperienza.
Cancellerò i pretesti
consolidatisi tra le più certe convinzioni,
usate come ago della bilancia;
mi rassicuravano d’avere solide certezze.
Parlerò con la solitudine,
mi ascolterà come ha sempre fatto;
da silenziosa maestra sapiente,
m’insegnerà a liberarmi dalle infime paure,
spada o penna, sangue o inchiostro
scarlatto o nero,
l’amletico dubbio mi assale.
Mi ritirerò dalle circostanze, sedendomi di fronte all’infinito,
per andare oltre, senza nostalgie;
con gli occhi seguirò la mente
fin dove i sogni arrivano, tra la vita e la morte.
Redimendo tutte le emozioni,
mi prenderò cura di te.

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e attualità