‘Doce de Chila’, marmellata portoghese dal sapore irresistibile

di Simona Melis

Il Doce de Chila è un tesoro portoghese dal sapore dolce e irresistibile. È una marmellata, dal lunghissimo processo di realizzazione, ottenuta da una zucca chiamata Chila, di colore bianca e verde.
Se per caso si sbagliasse qualcosa, cosa molto probabile data la difficoltà, il gusto della marmellata assumerebbe un forte sapore di pesce che renderebbe impossibile il suo consumo.

Solo l’esperienza e le indicazioni fornite dalla tradizione possono evitare che questo accada. Per prima cosa non si possono usare mai oggetti metallici e per tagliarle il frutto bisogna lanciarlo a terra con forza.
Una volta tagliato si devono togliere i semi e una parte gialla, che bisogna saper riconoscere, che sarebbe una delle responsabili del cattivo sapore se non fosse eliminata.
A questo punto si deve lavare la zucca varie volte in un recipiente pieno d’acqua, finché l’acqua non è perfettamente pulita.
Si deve lasciare in ammollo 24 ore e poi si deve portare a ebollizione per un tempo che solo la brava cuoca riesce a capire.
Concluso anche questo passaggio si deve togliere la polpa con una spatola di legno e nel frattempo in una pentola si mette lo zucchero, la buccia dell’arancia, la cannella e si fa cuocere finché non raggiunge o ponto de pérola , in un secondo momento si aggiunge la zucca e si gira finché non raggiunge la consistenza desiderata.
Foto: Doce de Chila realizzato  Beatriz de Oliveira Guedes de Castro.

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e attualità