Guerra di speranza

DI ELISABETTA DE MICHELE

 

L’indifferenza
è causa di
sofferenza
per il senza;
senza un con,
senza un per,
senza perché;
mancano impronte
di suola
su questo terreno
bruciato,
incolto,
contaminato.
Impronte parallele
o intrecciate,
singole
o accoppiate.
Singole funi
d’ancoraggio
sbilanciate,
scivolose,
sfilacciate.
Chioma scarmigliata
senza capo né coda,
Giulietta senza treccia
che issi a salvezza.
Acconcia
ciò che resta,
Riparati la testa!
Adunata, adunanza,
inizi la danza
della pace,
guerra di speranza:
intrecci di differenza
in corda tesa
che frusta e rimbalza
l’indifferenza.

©® Copyright foto limian