“Piccolo mondo antico” il tormento, la fede e l’amore nel capolavoro di #Fogazzaro

DI SILVANA PINTO

Entro in punta di piedi in questo “Piccolo mondo antico”; vedo i personaggi e vivo con loro la storia. Quello che mi colpisce, rileggendo adesso l’opera con più attenzione ed acume, è sentire la presenza di Antonio Fogazzaro, il portare, all’interno del romanzo, parte di sé. C’è una esaltazione della fede cattolica, abbandonata da lui in un momento di ribellione, ma tenuta sempre viva nel cuore, perché, nonostante tutto, la fede non l’ha mai persa. È presente l’amore, nelle sue varie forme, l’inquietudine dell’anima, la passione, il tormento. Ci sono i contrasti familiari, il risentimento, il dolore, il perdono.

Adesso però entriamo in questo piccolo mondo…

Il romanzo narra le vicende di Franco Maironi, un giovane di idee liberali. Franco abita insieme alla nonna, una marchesa austriaca. Egli, nel momento in cui si innamora, infrange le regole della nobiltà, poiché la sua amata, Luisa Rigey, appartiene da una modesta famiglia.

La marchesa, si oppone a questa unione, e minaccia di diseredare il nipote, il quale persevera nella sua volontà di sposare Luisa. I novelli sposi, si trasferiscono a Lugano. Dalla loro unione nasce una bambina, di nome Ombretta. Tra Franco e Luisa però cominciano ad insorgere contrasti e incomprensioni, dovute alle differenze caratteriali e di classe.

Le liti si acuiscono quando Franco trova un testamento di cui non vuole impossessarsi poiché spodesterebbe la nonna, mentre Luisa, fomentando rancore per la marchesa, è di parere contrario.
Franco conduce una vita tranquilla, vivendo alle spalle dello zio. Dedica il suo tempo alla poesia, alla musica e ai piacevoli ozi. Ma quando lo zio viene licenziato, Franco parte per Torino, dove trova occupazione presso un giornale.

Quando poi ritorna a casa da Luisa e dalla adorata figlia, la felicità ritrovata viene interrotta in modo terribile, poiché la piccola Ombretta cade nel lago dove trova la morte. Luisa nel totale sconforto, perde la voglia di vivere, mentre Franco trova conforto rifugiandosi nella fede. Poco dopo egli riparte per Torino, poiché è braccato dalla polizia austriaca.
Nel frattempo, la nonna comprende di essersi comportata male nei confronti del nipote e cerca una riconciliazione. Ma Franco rifiuta le sue scuse nel momento in cui si accorge che la nonna non è mossa da un vero pentimento ma solo dalla paura della dannazione eterna.

Gli anni passano lunghi e lenti, Franco e Luisa vivono le loro vite separate. Ma lo zio, che vuole fortemente una riconciliazione fra i due, li fa incontrare sul Lago Maggiore, dove ritrovano il loro amore. Passano una notte d’amore ma l’indomani mattina Franco riparte per raggiungere il suo reggimento. Più tardi Luisa scoprirà di essere di nuovo incinta, una nuova vita sta crescendo dentro il suo grembo, frutto di un amore solo altalenante, ma mai finito.

Poco dopo lo zio, dopo aver assistito alla riconciliazione dei due, muore sereno su una panchina, ammirando per l’ultima volta lo scenario del Lago Maggiore.

Sono seduta su una panchina, sento i brividi percorrermi per tutto il corpo. Mi alzo, do un ultimo sguardo al lago, rivedo i personaggi, i loro volti riflessi nelle limpide acque. Ho sentito il loro amore, perso e poi ritrovato. Ho toccato con mano il loro dolore, la morte dell’anima di Luisa per la perdita della sua piccola Ombretta.

Ho visto le mani giunte in preghiera di Franco, vicino a Dio, in cerca di conforto nella fede. Rivedo gli occhi sereni dello zio Piero, che adesso si richiudono con l’immagine dei due nipoti felici per il loro amore ritrovato.
Con il cuore pieno di emozioni esco da questo piccolo mondo antico e ritorno nel mio mondo moderno, dove tutto sembra apparentemente diverso, ma è tutto terribilmente uguale…il classismo, le contraddizioni, l’avidità, la guerra. Forse l’unica cosa diversa è l’amore, ma questa è un’altra storia.

#cultura# #grandiopereletterarie# #classici# #scrittori# #autori# #romanzi#

 

scrignodipandora
Latest posts by scrignodipandora (see all)

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e società