Quando nasci in un’isola sei l’Isola

di Simona Melis

Quando nasci in un’isola ti porti dietro la salsedine nei capelli, il profumo del mare nell’anima, e l’azzurro intenso nel cuore.
Quando nasci in un’isola i confini sono ampi e parlano di natura e di libertà.
Quando nasci in un’isola hai passato le estati immerso nell’acqua guardando l’infinito, perché niente è più magico e più confortante.
Quando nasci in un’isola sei portato a guardarti dentro, in un mondo dove l’uomo è il centro e ha un grande spazio dove muoversi.
Quando nasci in un’isola hai sempre ascoltato tante storie, le hai fatte tue, e con esse hai mantenuto lo spirito bambino.
Quando nasci in un’isola passi dal mare alla montagna e i confini sono fatti di vento.
Quando nasci in un’isola, sceso dall’aereo, chiudi gli occhi e respiri, ti inebri del profumo che ti ricorda esattamente chi sei.
Quando nasci in un’isola guardi le stelle, e il cielo è il tuo amico fidato.
Quando nasci in un’isola vivi di tradizioni e il rito scandisce il tuo quotidiano.
Quando nasci in un’isola cerchi sempre isole nel mondo, fatte di ascolto e di calore.
Quando nasci in un’isola spesso vai via, ma senti la voce della terra che ti chiama.
Quando nasci in un’isola sei l’Isola.
*Immagine Pixabay

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e società