Scuola, didattica a distanza per le superiori, in presenza per infanzia, primaria e secondaria di primo grado

DI SALVATORE SALERNO

‘La riapertura delle scuole ha agito come un potente amplificatore del contagio, non necessariamente per difetti nell’organizzazione dell’attività all’interno della scuola … e i dati dicono che è urgente passare alla didattica a distanza’, scrive Roberto Battiston, fisico e presidente dell’Agenzia Spaziale italiana,  nel suo intervento  al Corriere.

Quelle superiori andavano chiuse sicuramente, non è un gran danno per le famiglie e l’economia, neanche per il periodo che troppo facilmente si definisce grave di sottrazione di scuola per i ragazzi interessati da 14 anni in su. Stiamo parlando dello zero virgola seguito da altri zeri della loro vita. Invece va fatto di tutto per tenere aperte infanzia, primaria e secondaria di primo grado dove la scuola in presenza è essenziale e non può essere discriminatoria.

Gli interventi da fare sono chiarissimi: più personale e docenti, medicina territoriale accanto ad ogni scuola con test rapidi a tappeto ed efficaci, trasporti sicuri. Ci vorrebbero due Ministre meno autoreferenti, quelle dell’istruzione e dei trasporti.

Ci vorrebbe un funzionamento regionale della sanità molto più efficiente nel territorio. Ci vorrebbe la collaborazione degli enti locali. Bisogna provarci ancora, soprattutto nelle città metropolitane.

scrignodipandora
Latest posts by scrignodipandora (see all)

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di informazione