#Scuola. Settembre ci salverà da una rappresentazione falsa della categoria dei docenti

di Salvatore Salerno
Parliamoci chiaro, si sta procurando un danno immenso all’intera categoria dei docenti italiani ad opera di una sparuta minoranza degli stessi, sempre quelli, presenti in tutti i social con post e commenti ripetuti fino all’infinito ribadendo tesi già note di #novax e ni vax. 
Non sono solo loro, c’è chi ne approfitta nella politica più deteriore, nei giornali e in tv, che fomenta, getta il sasso e ritira la mano. Non è solo Salvini, campione di propaganda, per il quale ogni argomento e pulsazione di pancia è motivo di proclami mai fino in fondo perseguiti se c’è in gioco stare dentro il governo. Non è solo la Meloni, che pure sarebbe autorizzata nel suo ruolo di opposizione o forze estremiste di destra troppo tollerate come i fascisti di forza nuova che parlano di dittatura.
Non ci sono solo forze internazionali che ci lucrano come certi miliardari americani. Ci sono, anche qui, #massmedia che devono vendere se stessi e la pubblicità, anche in agosto, vedi certi talk televisivi sia della rete pubblica che commerciale,  fino a giornalini online della scuola che provocano un dibattito surreale, mettono benzina sul fuoco. 
Poi ci sono quelli che credono di essere più intelligenti e associano il vaccino allo stipendio, alle classi pollaio, ai trasporti, ai politici, allo scibile della scuola che non funziona, agli alunni non ancora vaccinati, a tutte le altre categorie che sarebbero privilegiate.
Quelli hanno il gioco più facile ma non c’entra nulla con la vaccinazione, semmai rispetto a questo mondo infame il vaccino è oggi l’unica strada per vedere la luce in fondo al tunnel, per tutti.
Come si sta facendo in tutta Europa e in tutto il mondo non avendo trovato nessuno alternativa.
Poi ci sono i gruppi scuola che ospitano qualsiasi cosa, non si esprimono per paura di perdere qualche membro e per non dispiacere a qualcuno, poi c’è sempre l’infiltrato no vax estraneo alla scuola. Noi, Scuola&Politica,  non siamo tra questi, la porta è sempre aperta per entrare ma anche per uscire, amici come prima.
Per la #scuola la verità, senza politica e senza alcun interesse di parte, è data dai numeri di vaccinati, sicuramente il 90% dei docenti di ruolo si è già sottoposto al vaccino, 85% o 87% di generico personale scolastico
A settembre finirà come per il personale sanitario, un film già visto nella stessa identica polemica del 2020. 
Vogliamo scommettere e anticipare i numeri? il 97% dei docenti di ruolo e precari avrà avuto la doppia dose o almeno la prima (valida quest’ultima per il green pass), l’1% avrà le sue legittime giustificazioni, guarito da covid o certificazione sanitaria, disposto al tampone ogni 48h. 
Di quanti insegnanti dunque stiamo parlando?
Di uno scarso 2%, come per il personale sanitario che è riuscito ad avere altre mansioni, ha in corso procedure legali o già sospeso da lavoro e stipendio. Il 2% di una categoria che tra insegnanti di ruolo e quelli precari che saranno in cattedra già da settembre sono meno di un milione.
Possibile? Possibile che qualche decina di migliaia di persone su un milione facciano tanto rumore?
E’ il paradosso dei social e di chi ne approfitta.
Uno strumento inquietante, dove siamo dentro anche noi, che è però capace di moltiplicare, replicare, ribadire una decina di concetti sintetici e astrusi al massimo e che però possono diventare verità per alcuni, un Vangelo. E provato che c’è una regia almeno nel 65% di fake e argomentazioni false, il resto è un effetto domino.
Allora, anche noi, se funziona così, cerchiamo di fissare e moltiplicare l’attenzione solo sui numeri.
Ricordate, 90% degli insegnanti italiani già vaccinati, 97% lo saranno entro fine agosto, l’1% giustificato o fa il tampone tre volte la settimana, il 2%, soltanto il 2% continuerà a far rumore, chiederanno i danni alla Meloni, Diego Fusaro, Paragone, a big Pharma e Bill Gates. Questo gruppo non fa politica di partito, non fa sindacato, non vende pubblicità e corsi di formazione, non ha negli amministratori alcuna pretesa di candidature, nulla.
Allora, per favore, no vax e ni vax, siete pregati di parlare e riparlare fra di voi in altri gruppi. Qui siamo per la vaccinazione, con il 97% degli insegnanti italiani che a settembre non avranno alcun problema a presentarsi in servizio a scuola e a testa alta. Speriamo soltanto che chi non è insegnante si ricreda sulla base dei numeri certificati, state tranquilli se ci affidate i vostri figli, non credete a null’altro che ai numeri, quelli non sono opinione. 
Il 97% dei #docenti sarà vaccinato a settembre e in possesso di green pass come lo è il 98% degli operatori sanitari. Gli altri? E chi se ne importa. Cerchiamo di goderci al meglio le vacanze di agosto, con le dovute precauzioni, mi raccomando, non è ancora finita.
E, come si dice nelle migliori famiglie, grazie per l’attenzione.
#scuola   #novax   #docenti

Pubblicato da scrignodipandora

Sito web di cultura e società