GB-Covid19, la 90enne Margaret fa da apripista al vaccino Pfizer

DI CHIARA FARIGU

E’ la foto più cliccata del giorno quella che ritrae Margaret Keenan, la novantenne del Regno Unito, prima cittadina a ricevere il vaccino contro il coronarivus.  Un’immagine che sta facendo il giro del mondo e che nel suo piccolo è già storia in questo che è stato ribattezzato il V-Day.

All’arzilla signora, con maglietta natalizia e mascherina d’ordinanza,  alle 6,45 del mattino le è stata somministrata la prima dose Pfizer, la seconda la riceverà fra tre settimane. Si è detta emozionata e privilegiata per aver fatto da apripista in questa che si preannuncia come la più importante e massiccia campagna vaccinale di tutti i tempi.

Il miglior regalo di compleanno per lady Margaret che la prossima settimana compirà 91 anni, ‘potrò finalmente trascorrere del tempo con familiari ed amici nel prossimo anno dopo aver passato gran parte del  2020 in solitudine’, racconta raggiante dopo la prima puntura. ‘E se posso vaccinarmi io a 90 anni, potete farlo anche voi’ aggiunge la Keenan, invitando gli inglesi a seguire il esempio per sconfiggere  definitivamente il virus e tornare alla vita il prima possibile.

Il Regno Unito, come aveva annunciato la scorsa settimana,  diventa così il primo Paese al mondo a somministrare  il vaccino della Pfizer-BioNTech  dopo l’approvazione per un uso diffuso. La priorità, come dichiarato dal ministro della Sanità,  agli anziani delle case di cura e al personale medico.

    La Mhra (l’autorità di regolazione sui farmaci del Regno Unito) ha affermato che il vaccino offre fino al 95% di protezione contro il virus ed è sicuro per le vaccinazioni di massa. La Gran Bretagna ha già ordinato 40 milioni di dosi, sufficienti per vaccinare 20 milioni di persone, con due iniezioni ciascuna.

*Immagine AdnKronos

Chiara Farigu
Latest posts by Chiara Farigu (see all)

Pubblicato da Chiara Farigu

Insegnante in pensione, blogger per passione. Laureata in Scienze dell'Educazione, ama raccontarsi e raccontare l'attualità in tutte le sue sfaccettature. Con un occhio particolarmente attento al mondo della scuola e alle sue problematiche